Cosa significa Produzione Integrata  

A livello europeo ci sono diversi tipi di Sistemi di Qualità per riconoscere ed identificare prodotti di qualità attraverso marchi nazionali e comunitari, che prevedono il controllo e la certificazione da parte di organismi terzi di controllo, previa certificazione. 

Ad oggi in Italia è stato riconosciuto il Sistema di Qualità Nazionale di produzione integrata (SQNPI) e il Sistema di Qualità nazionale Zootecnica (SQNZ).

Ogni coltura rispetta norme tecniche specifiche e indicazioni fitosanitarie vincolanti, riportate nei disciplinari di produzione) che comprendono pratiche agronomiche e fitosanitarie, limitazione nella scelta dei prodotti e nel numero dei trattamenti.

Il Sistema SQPNI è attivo da inizio 2016 ed applicabile alle produzioni vegetali (trasformate e non), consentendo l’utilizzo di un marchio sul prodotto oggetto di certificazione.

  Come aderire alla Produzione Integrata  

La produzione integrata è regolamentata a livello nazionale da un disciplinare di produzione integrata regionale a cui le aziende possono fare riferimento. Si può aderire al SQNPI in forma singola o associata ed oltre alle aziende agricole, possono aderire anche condizionatori, trasformatori e distributori (nel caso di prodotto commercializzato sfuso).

Il Documento Tecnico di riferimento per gli operatori interessati ad entrare in questo Sistema Qualità e a valorizzare le proprie produzioni integrate è rappresentato dal DPI della propria regione, infatti è stabilito anche un “regime di equivalenza” tra i sistemi qualità regionali di produzione integrata, ed il SQNPI (D.M. 8 maggio 2014).

F.lli Piccolo, un'antica vocazione Agricola